mercoledì 23 dicembre 2009

TANTI AUGURI !

Il

tuo

prossimo
è lo sconosciuto

che è in te reso visibile.
Il suo volto si riflette nelle

acque tranquille, e in quelle acque,

se osservi bene, scorgerai il tuo stesso

volto. Se tenderai l'orecchio nel silenzio,
è lui che sentirai parlare, e le sue parole
saranno

i battiti del tuo stesso cuore. Non sei tu solo ad essere

te stesso. Sei presente nelle azioni degli altri uomini, e questi,

senza saperlo, sono con te in ognuno dei tuoi giorni. Non precipiteranno
se tu non precipiterai con loro, e non si rialzeranno se tu non ti
rialzerai..

GIBRAN

Nessun commento:

Posta un commento